Washington, 10 febbraio 2017 –  Dopo la decisione della Corte d’Appello, contraria al bando sugli immigrati, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump sembra aver cambiato idea sulla politica di “una sola Cina”.

E’ di queste ore infatti la notizia  di una telefonata con il presidente cinese Xi Jinping, con il quale ha concordato di ‘onorare’ quella linea politica.
Donald  Trump  ora si è detto d’accordo sul principio che vieta a Paesi terzi di avere relazioni diplomatiche con l’isola di Taiwan, considerata da Pechino una provincia ‘ribelle’ della Cina.
Trump nel mese di Dicembre congelò  Pechino parlando al telefono con la presidente di Taiwan, affermando che gli Usa non fossero costretti a seguire la politica che accoglie la versione cinese secondo cui esiste una sola Cina di cui Taiwan fa parte.

La telefonata intercorsa  fra i due leader è stata la prima dall’insediamento di Trump alla Casa Bianca. La tv ufficiale cinese riferisce che Xi Jinping ha elogiato il riconoscimento da parte del presidente americano del cruciale principio dell’ “unica Cina”.
Gli Stati Uniti hanno rotto nel 1979 le relazioni diplomatiche con Taiwan e hanno riconosciuto il regime comunista della Cina continentale come l’unica autorità legittima cinese.