Sacal: E’ stato scoperchiato il calderone, tutti presenti come per le elezioni, e dentro c’è proprio di tutto…

SACAL: Hanno scoperchiato il calderone, e dentro c’è proprio di tutto.

Comune di Catanzaro, Amministrazione provinciale di Catanzaro, Camera di Commercio di Catanzaro, ecc..ecc.. che nominano imprenditori intrecciando politica ed imprenditoria, “il tutto legalmente naturalmente”.

Certo il metodo, anche se legale, con  cui venivano e vengono  effettuate le nomine dei vertici dell’azienda fa tremare i polsi anche a chi, fin’ora, in questa vicenda c’è finito solo di striscio. Perchè ? semplice il Meccanismo è legale, ma sarà una coincidenza che nei posti che contano ci siano sempre nomi eccellenti? un intreccio trà politica e imprenditoria sempre più solido, del quale non tutti sono informati. Ma vediamo nel dettaglio come è costituita la SACAL.

fonte: https://lameziaairport.it/azienda/societa-trasparente/organi-societari/

La S.A.Cal. S.p.A. è amministrata da un Consiglio di Amministrazione composto da otto membri, tre dei quali eletti dall’Assemblea dei Soci e cinque nominati direttamente dai seguenti enti: Comune di Lamezia Terme, Amministrazione Provinciale di Catanzaro, Comune di Catanzaro, Regione Calabria e CCIAA di Catanzaro.

Gli Amministratori così nominati durano in carica per un periodo non superiore a tre esercizi e scadono alla data dell’Assemblea convocata per l’approvazione del Bilancio dell’ultimo esercizio della loro carica. Gli attuali componenti dell’organo amministrativo della Società sono stati nominati dall’Assemblea dei Soci tenutasi in data 06/05/2014 ed il loro mandato triennale avrà scadenza, nel 2016, alla data di approvazione del Bilancio d’esercizio prevista per il 31 dicembre 2016. Il Presidente del Consiglio di Amministrazione è eletto dal Consiglio tra i componenti designati dagli Enti pubblici partecipanti.

Molto interessante e vi consigliamo di leggere attentamente :

che dire, dopo aver letto questo verbale capirete il perchè qualcuno dovrebbe incominciare a tremare… C’ è l’ elite di Catanzaro, che assegna i posti (previsto per legge), ma dove girano sempre gli stessi nomi, e dove i posti chiave potrebbero servire a qualcosa di più che una mera retribuzione. Ma come al solito nell’ottica di un garantismo previsto dalla costituzione, possiamo solo  aspettare che la magistratura faccia il suo dovere.

Consiglio di Amministrazione ( naturalmente tutti o quasi dimessi)

  Massimo Colosimo (Presidente) – dimesso dalla carica
Emanuele Ionà (Consigliere) – dimesso dalla carica
Vincenzo Bruno (Consigliere) – dimesso dalla carica
Gaetano Pignanelli (Consigliere) – dimesso dalla carica
Floriano Noto (Consigliere) – dimesso dalla carica
Roberto Mignucci (Consigliere) – dimesso dalla carica
Benedetto De Rango (Consigliere) – dimesso dalla carica
Francesco Grandinetti (Consigliere)
                                                                                 Consiglieri cessati dalla carica
 Giovanni Arena
Cesare Pelaia

Collegio Sindacale

Il Collegio Sindacale si compone di tre Sindaci effettivi e due supplenti. Dei tre Sindaci effettivi, uno è nominato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze ed uno dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Il Sindaco nominato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze assume la funzione di Presidente. Il terzo Sindaco effettivo ed i due Sindaci supplenti sono eletti dall’Assemblea.

I Sindaci, devono essere tutti revisori contabili iscritti nel registro istituito presso il Ministero della Giustizia e possedere i necessari requisiti di eleggibilità e compatibilità previsti dalla legge. I Sindaci restano in carica per tre esercizi e scadono alla data dell’Assemblea convocata per l’approvazione del bilancio relativo all’ultimo esercizio del loro mandato.

Il Collegio Sindacale vigila sull’osservanza della legge e dello statuto, sul rispetto dei principi di corretta amministrazione ed, in particolare, sull’adeguatezza dell’assetto organizzativo, amministrativo adottato dalla società nonché sul suo concreto funzionamento.

 Palma Mantaci (presidente)
Sergio De Buono (sindaco effettivo)
Gregorio Tassoni (sindaco effettivo)
Dario Gaetano (sindaco supplente)
Giuseppe Tomasello (sindaco supplente)

Società di Revisione

Il controllo contabile è affidato ad una società di revisione esterna, iscritta nel registro istituito presso il Ministero della Giustizia. L’incarico della società di revisione ha la durata di tre esercizi, con scadenza alla data dell’Assemblea convocata per l’approvazione del bilancio relativo al terzo esercizio dell’incarico.

14,958 Visite totali, 0 visite odierne

Commenta

commenti

Per seguirci clicca il "Mi Piace"

Se ti appare questa spunta (✔) significa che lo hai già cliccato in passato e ci stai seguendo. Clicca "X" in alto a destra per chiudere e continuare la lettura.