POVERA BOLDRINI: COSTRETTA A COPIARE BERLUSCONI! – LA PRESIDENTA DELLA CAMERA,HA ADOTTATO DUE PECORELLE PER SALVARLE DAL MACELLO DI PASQUA.

POVERA BOLDRINI: COSTRETTA A COPIARE BERLUSCONI! – LA PRESIDENTA DELLA CAMERA, CHE DA ANNI TENTA UNA ESTENUANTE (E FALLIMENTARE) OPERAZIONE SIMPATIA HA ADOTTATO DUE PECORELLE PER SALVARLE DAL MACELLO DI PASQUA. PECCATO CHE DOPO IL VIDEO DI SILVIO, LA SUA FOTO SIA SOLO UNA TRISTE IMITAZIONE

ANSA

 Le ha “battezzate” Gaia e Gioia: sono le due pecorelle di due mesi che la presidente della Camera Laura Boldrini ha “adottato a distanza” ricevendo a Montecitorio le due bestiole, “scortate” da due volontarie dell’Enpa, con tanto di pettorina blu, e dalla presidente dell’Ente protezione animali Carla Rocchi.

 Accoccolate sul tappeto dell’anticamera della presidenza della Camera, guardate da commessi in divisa e guanti bianchi, le due pecorelle (che ovviamente belavano e che sono forse i primi animali vivi ad entrare ‘ufficialmente’ nella sede parlamentare) non si trasferiranno nella casa di Boldrini (“non ho un giardino e il mio gatto, Gigi, potrebbe risentirsi”, spiega) ma resteranno nella fattoria didattica dove sono nate e vivono. “Secondo me si candideranno in Parlamento”, dice scherzando Carla Rocchi mentre presenta le pecorelle “che si sono già adeguate al Palazzo” ad una entusiasta Boldrini, felice perché “sono state salvate dalla macellazione”.

LAURA BOLDRINI CON LE DUE PECORELLE

15,291 Visite totali, 0 visite odierne

Commenta

commenti

Per seguirci clicca il "Mi Piace"

Se ti appare questa spunta (✔) significa che lo hai già cliccato in passato e ci stai seguendo. Clicca "X" in alto a destra per chiudere e continuare la lettura.