Non estirpate assolutamente questa pianta! Le sue proprietà curative vi faranno rimanere scioccati, infatti…

La portulaca conosciuta come “pianta porcellana”, è una pianta grassa tra le più comuni e diffuse e da sempre viene considerata un’erba infestante.

Cresce infatti spontaneamente in molti orti e giardini e non di rado è estirpata manualmente dai vasi o dai balconi. Tuttavia, in molti non sono a conoscenza delle straordinarie proprietà benefiche che questa pianta offre.

Omega 3

Le foglie di portulaca, infatti, sono incredibilmente ricche di vitamine e minerali. Inoltre, contengono in abbondanza Omega-3 (sopratutto sotto forma di acido alfa linoleico): la quantità è di circa 5-7 volte superiore a quella contenuta negli spinaci. Questo le le rende particolarmente adatte a combattere il colesterolo e i livelli di trigliceridi nel sangue. Sono inoltre un ottimo aiuto per rafforzare il sistema immunitario, migliorare il ritmo cardiaco ed evitare l’insorgenza di aritmie.

Vitamine

L’elevata quantità di vitamina A e C, rende inoltre la pianta un potente antiossidante, ideale per contrastare i radicali liberi e i segni del tempo. La concentrazione di vitamina A, inoltre, contribuisce a farne un potente alleato contro il pericolo del cancro.

Minerali e metalli

La pianta è ricca anche di magnesio, calcio, potassio, fosforo che possono aiutare sensibilmente nel combattere gli ictus e nel proteggere da malattie come il diabete di tipo 2. Il calcio, inoltre, garantisce la buona salute delle ossa e contribuisce ad evitare osteoporosi e rachitismo.

Usi medicinali

Utilizzata in infusione, la portulaca è inoltre estremamente efficace per trattare la bronchite o, in tisana, per combattere gli stati febbrili. Ha inoltre un’azione vermifuga, diuretica, rinfrescante e depurativa.

Tra le innumerevoli proprietà di questa pianta c’è anche quella di contrastare attivamente alcune patologie della pelle, come le ulcere, gli eczemi, e l’acne. Spesso è inoltre utilizzata (polverizzata o applicata direttamente) e per lenire le punture d’insetto.

Gambi, foglie, fiori e semi della portulaca sono interamente commestibili. Per non perdere nessuna delle sue proprietà se ne consiglia quindi il consumo come pianta fresca. Incredibile come una pianta normalmente considerata un’erbaccia, possieda invece tanti effetti benefici.

 

17,356 Visite totali, 14 visite odierne

Commenta

commenti

Per seguirci clicca il "Mi Piace"

Se ti appare questa spunta (✔) significa che lo hai già cliccato in passato e ci stai seguendo. Clicca "X" in alto a destra per chiudere e continuare la lettura.