News: muore Abramo dopo uno schianto contro camion

News: muore Abramo dopo uno schianto contro camion, la notizia è di pochi istanti fa. Sgomento per la popolazione, dolore e commozione si mescolano alla ……

 

Un malore improvviso, mentre era alla guida della sua Kangoo, e poi lo schianto frontale contro un camion. È morto ad una manciata di chilometri da casa.  Un incidente dalla dinamica tanto semplice quanto tragica, quello che ha strappato alla vita Abramo che lascia la moglie Antonia e cinque figli: Daniele, Alessandro, Giulia, Francesco e Paola.

Erano da poco passate le 10.30 quando alla centrale operativa è arrivata una richiesta d’aiuto immediato, da codice rosso. Nel giro di pochi minuti sul posto c’erano ambulanza, elisoccorso, pompieri e agenti della polizia locale. Una corsa contro il tempo per cercare di salvare la vita all’uomo. Una corsa contro il tempo purtroppo inutile. Abramo era morto sul colpo, forse a causa del malore che lo avrebbe colto all’improvviso e non per le conseguenze – devastanti – dell’impatto frontale. E ai soccorritori non è rimasto altro da fare che portare il corpo dell’uomo alla camera mortuaria di Trento dove è stato poi raggiunto dai famigliari.

A ricostruire la dinamica dell’incidente, i rilievi della polizia locale e il racconto del camionista, unico testimone di quanto successo. Quest’ultimo, un 51enne di Trento dipendente della ditta Firmin di Lavis, era al volante dell’autocisterna Daf. Cisterna che normalmente trasporta benzina ma che ieri pomeriggio era vuota e viaggiava in direzione di Trento. Uscendo da una curva, ha spiegato sotto choc agli agenti della sezione infortunistica stradale della polizia locale, ha visto arrivare, in direzione opposta la Renault Kangoo. Macchina che si spostava lentamente ma inesorabilmente verso sinistra, invadendo quindi la corsia opposta. Il camionista si è spostato al massimo alla sua destra – finendo quasi con una ruota nell’avvallamento a lato strada – e si è fermato nella speranza di riuscire ad evitare l’impatto. Ma così purtroppo non è stato.

La Kangoo di Pederzolli ha continuato a viaggiare spostandosi sempre più a sinistra e lo scontro è stato frontale. E molto forte. Una ricostruzione che porta gli operatori a ritenere che Abramo Pederzolli sia stato colpito da un malore mentre era alla guida: non ci sono segni di frenata, non è stato trovato il cellulare nell’abitacolo (quindi non era distratto) e la condotta della macchina è stata regolare e non a scatti. Fattori che sembrano indicare che l’uomo non aveva più il controllo sulla Kangoo. Un malore, l’incidente e poi solo il dolore per la perdita di una persona tanto conosciuta quanto stimata.

L’incidente ha provocato anche rallentamenti sull’arteria che unisce, attraverso la valle dei Laghi, Trento el’Alto Garda. Con il traffico che dalla statale è stato deviato attraverso Terlago.

fonte: trentinocorrierealpi.gelocal.it

21,302 Visite totali, 6 visite odierne

Commenta

commenti

Per seguirci clicca il "Mi Piace"

Se ti appare questa spunta (✔) significa che lo hai già cliccato in passato e ci stai seguendo. Clicca "X" in alto a destra per chiudere e continuare la lettura.