Il numero di volte in cui facciamo la pipì e’ un segnale molto importante: ecco cosa significa

Il numero di volte in cui facciamo la pipì e’ un segnale molto importante: ecco cosa significa

 

Pensate che non sia importante quante volte facciamo la pipì durante la giornata? Beh, vi sbagliate. È un importante valore che ci indica quanto siamo idratati. Ebbene, pur non essendoci un numero preciso di volte in cui dobbiamo urinare in un giorno, la maggior parte delle persone lo fanno da un minimo di 4 ad un massimo di 7 volte. Ci sono diversi fattori che possono influenzare la quantità di urina che produciamo, a partire dal idratazione.

Per esempio, se beviamo molta acqua ne produciamo di più. Se aggiungiamo sostanze come alcool e caffè che irritano la vescica andiamo in bagno ancora più spesso. Esistono persone con vesciche più sensibili, che quindi sentono la necessità di urinare più spesso di altre, al minimo stimolo. Allo stesso tempo c’è chi può trattenerla no al punto che la vescica sta per scoppiare. E’ ovvio che a tutto c’è un limite.

Se fai la pipì 11 volte dopo aver bevuto 2 litri di liquidi può esserci qualche problema, ma non c’è alcun motivo per allarmarsi. Possiamo essere di fronte ad una vescica iperattiva, che si contrae con maggior forza. Anche l’aspetto delle urine è di fondamentale importanza nel determinare che tutto sta funzionando nel modo giusto: – Trattenere la pipì qualche volta non è sbagliato, ma solo finché non avvertiamo dolore nella zona pelvica, in tal caso provvedere a svuotare il prima possibile la vescica; – Trattenere la pipì abitualmente può aumentare il rischio di infezioni alla vescica –

Il normale colore della pipì è giallo paglierino (giallo trasparente). Il cibo può modificare questo colore, ad esempio se mangiamo frutti di bosco come le more può virare verso il rosato; – Mangiare asparagi può provocare un odore sgradevole quando facciamo pipì;- Le urine sono composte per il 95% da acqua;- Un’urina con odore zuccherato può essere sintomo di diabete;- Il flusso medio di una minzione è di 7 secondi;- Il flusso di urina si indebolisce con la vecchiaia;- Si urina di più con l’avanzare degli anni. Se sorite di problemi di incontinenza, o comunque urinate spesso durante la notte, provate a non assumere liquidi prima di andare a letto. Ad ogni modo, per facilitare la vostra vescica e dare una mano alla vostra salute, cercate di idratarvi in modo adeguato, sapendo che il fabbisogno idrico di un soggetto adulto è di circa 1,5 litri al giorno. E’ ovvio che, qualora riscontraste anomalie sulla frequenza della minzione o su l’ aspetto delle vostre urine, è il caso di rivolgersi ad un medico.

13,961 Visite totali, 10 visite odierne

Commenta

commenti

Per seguirci clicca il "Mi Piace"

Se ti appare questa spunta (✔) significa che lo hai già cliccato in passato e ci stai seguendo. Clicca "X" in alto a destra per chiudere e continuare la lettura.