Ha fatto il giro del mondo la storia di un soldato e il suo cane, compagni inseparabili dalle missioni allʼultimo saluto.

Cane e soldato, compagni inseparabili dalle missioni allʼultimo saluto

Lʼaviatore americano Kyle Smith conobbe il pastore tedesco Bodza in Kirghizistan nel 2012 in occasione della prima missione insieme

Cane e soldato, compagni inseparabili dalle missioni all'ultimo saluto

Chiunque abbia avuto dei cani sa che la loro fedeltà non conosce limiti. L’aviatore americano Kyle Smith lo sa fin troppo bene, perché il suo compagno a quattro zampe Bodza è diventato in poco tempo il suo migliore amico, fino all’ultimo triste saluto. Il primo incontro tra il soldato e il pastore tedesco è stato in Kirghizistan nel 2012, quando i due sono stati associati durante una distribuzione militare.

“La cosa che preferivo era che non gli importava quello che stavi facendo, voleva solo essere lì a farlo con te”, ha detto l’aviatore. “Praticamente tutta la mia carriera insieme a lui consisteva nel camminare intorno a qualcosa, o camminare verso qualche parte.”

Bodza si è ritirato dal servizio nel 2014, ma Smith non era disposto ad abbandonarlo e così l’esercito gli ha consentito di tenerlo con sé e di portarlo a casa. Fino alla scoperta della malattia del cane: a undici anni di età Bodza ha iniziato ad avere problemi di movimento e le sue zampe si sono indebolite. Un veterinario ha diagnosticato al pastore tedesco una mielopatia degenerativa, malattia incurabile che colpisce il midollo spinale.

L’aviatore ha così preso la decisione di sopprimerlo: durante i loro ultimi saluti, Smith ha avvolto una bandiera americana intorno a Bodza, per onorare il suo migliore amico a quattro zampe.

da tgcom24

17,581 Visite totali, 3 visite odierne

Commenta

commenti

Per seguirci clicca il "Mi Piace"

Se ti appare questa spunta (✔) significa che lo hai già cliccato in passato e ci stai seguendo. Clicca "X" in alto a destra per chiudere e continuare la lettura.