Catanzaro: Trasloca la Questura, continua inesorabile lo spopolamento del centro storico tra l’indifferenza generale di…

Continua inesorabile lo spopolamento del centro storico tra l’indifferenza generale di una popolazione sterile ed apatica, fatta di gente che si riempie la bocca di amore per la propria Città, e di una classe politica sempre più assente e disattenta hai bisogni dei commercianti, (quelli piccoli).

 

Si continua a far finta di nulla, si perchè mentre stamattina il palazzo della Questura viene svuotato definitivamente o quasi nell’indifferenza generale,  ammirare la bellezza strategica di una campagna elettorale che assomiglia sempre di più una partita a scacchi sembra essere il passatempo preferito dei Catanzaresi.

Con quale coraggio ci si ricandida ad essere la guida della Città dopo aver contribuito a questo scellerato piano di desertificazione? Si perchè bisogna dirlo, la colpa non è solo di uno ma dei tanti che si sono succeduti, infatti questa maestosa opera è cominciata da lontano, dalla divisione delle province, chi non ricorda quante persone venivano nel centro di Catanzaro da tutti i paesi vicini? per poi continuare con la volontà di decentrare tutti gli uffici, ospedale ed università a Germaneto.( chissà perchè)

Scelta che,  per onestà intellettuale poteva essere giustificata tranquillamente, se parallelamente al progetto di desertificazione qualcuno si fosse preso la briga di pensare a come riempirlo di nuovo il centro e sopratutto con cosa.

Ma questo è impensabile, vuoi per il grado di preparazione culturale di chi in questi decenni ha governato la città, vuoi per colpa dei cittadini, che non sono stati e non sono ancora oggi in grado di aggregarsi e chiedere a gran voce ciò che dovrebbe spettare loro  di diritto, una città viva e degna di essere un capoluogo di Regione,   non un dormitorio cosi com’è stata ridotta oggi.

Intanto per chi non fosse d’accordo con questa analisi, se ha figli, vogliamo porre una domanda: Li farebbe rientrare alle 22:00 facendogli percorrere per esempio , il tratto di strada da San Leonardo a piazza Roma, a piedi ?

Comunque, mentre tutti siamo attenti a vedere chi si candida e con chi, un altro pezzo di storia va via, rimarrà in quelle belle foto storiche che a molti piace pubblicare sui social, per decantare “appunto” ciò che era, e perdere tempo a dire ” dobbiamo essere noi ad amare la città”.

Be se amate la Vostra città dimostratelo nella cabina elettorale. Quanto meno in mancanza di alternative valide cambiamo i commensali, altrimenti se mangiano sempre gli stessi  rischiano  l’indigestione.

P.S.  è non guardate solo il Sindaco , ma tutti i voltagabbana che hanno abbandonato la nave dopo aver contribuito a farla affondare…

ndr

 

 

24,059 Visite totali, 4 visite odierne

Commenta

commenti

Per seguirci clicca il "Mi Piace"

Se ti appare questa spunta (✔) significa che lo hai già cliccato in passato e ci stai seguendo. Clicca "X" in alto a destra per chiudere e continuare la lettura.